Costruire Comportamenti Sicuri: conosci la Smoking Room?

Costruire Comportamenti Sicuri: conosci la Smoking Room?

Ricomincia la scuola e ormai non ci sono più scuse: i compiti delle vacanze devono essere consegnati! Per chi ha figli in età scolare, i compiti sono l’incubo dell’estate, peggio di una settimana di pioggia al mare.

“Cosa posso fare per motivare mio figlio a studiare?” 

I genitori si dividono in due scuole di pensiero: quelli che scelgono la motivazione estrinseca, anche detta “bastone e carota”, mettendo in punizione i bimbi riottosi o premiandoli quando si applicano, e quelli che invece tentano la via della motivazione intrinseca, provando a rendere i compiti divertenti o stimolando i figli ad appassionarsi alla materia.

Beh se motivare i propri figli a studiare è complicato, figuriamoci coinvolgere alla Sicurezza intere squadre di lavoratori o gruppi dirigenziali noncuranti degli obblighi o dei rischi presenti in azienda.

Nell’una o nell’altra condizione non vi è alcuna differenza. Quando si tratta di Motivazione umana non ci sono settori differenti, nicchie diverse, mentalità alternative o persone più complesse.

Le regole da padroneggiare sono quelle universali, valide sempre e in qualunque contesto professionale o personale.

Esiste una regola in particolare, che ritengo assolutamente indispensabile e fondamentale per chiunque voglia avere successo all’interno del suo contesto lavorativo.

Ognuno di noi ha bisogno di sentirsi parte di una comunità, di essere accettati dal proprio gruppo di pari, e per esserne parte siamo disposti a modificare spontaneamente il nostro comportamento.

Il professor Gregory Walton dell’Università di Stanford ha condotto esperimenti sul gruppo dei pari. Uno dei più celebri è quello della “smoking room”.

Un soggetto veniva fatto accomodare in una sala dove a un certo punto veniva simulato un principio di incendio, facendo entrare del fumo da una bocchetta di aerazione. Se il soggetto si trovava da solo nella stanza, generalmente entrava subito in allarme e chiamava aiuto. Se le altre persone presenti in sala (ovviamente complici dell’esperimento) restavano inerti, anche lui tendeva a non reagire.

Ricorda: ciò che fanno le persone intorno a noi ci influenza. Questa influenza aumenta all’aumentare del livello di relazione (hai mai fatto qualcosa di stupido solo per compiacere un amico?)

Dunque, per stimolare un approccio proattivo alla sicurezza è fondamentale lavorare sulla relazione con gli altri. Ad esempio, individuando in un gruppo i leader naturali e coinvolgendoli per dare l’esempio sui comportamenti corretti.

Se loro sceglieranno di compiere l’azione “giusta” è probabile che anche gli altri soggetti li seguano, modificando spontaneamente il loro comportamento.

Ma cosa significa lavorare sulla relazione?

Non ti sto invitando a diventare l’amicone di tutti. Lavorare sulle relazioni vuol dire avere la capacità di entrare in sintonia con gli altri, influenzandone convinzioni e comportamenti.

Nel metodo Safety Coaching questa influenza si ottiene mediante conversazioni strategiche messe in atto dal Safety Coach a tutti i livelli aziendali.

Ogni conversazione, per essere efficace, dovrebbe condurre a 5 risultati:

  • Aumento della Relazione
  • Rinforzo dei comportamenti sicuri
  • Creazione di autonomia
  • Generare consapevolezza sui Rischi
  • Rinforzo delle convinzioni di Sicurezza e modifica dei comportamenti

Allenarsi a conversare strategicamente è indispensabile per motivare alla sicurezza e trasformare il livello di coinvolgimento e proattività del personale aziendale.

Se vuoi accrescere le tue competenze e scoprire tutti i principi essenziali per diventare un Super Professionista questo è il momento migliore.

Iscriviti subito al Master in Safety Coaching e troverai tutte le strategie più efficaci per migliorare i risultati di Sicurezza sul Lavoro nella tua organizzazione.

Parti da qui ► Master in Safety Coaching

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *