Fare Sicurezza? Non è un mestiere facile

Fare Sicurezza? Non è un mestiere facile

Giovedì scorso si è conclusa Ambiente Lavoro, la 19esima edizione del Salone della Salute e Sicurezza sul Lavoro.

Come ogni anno la manifestazione ha offerto a tutti i visitatori convegni, relazioni, conferenze e, per la prima volta, anche diverse esperienze pratiche e interattive.

Anche noi della Safety Coach Federation abbiamo presenziato con la nostra conferenza dal titolo “Motivare alla Sicurezza: i supereroi del Safety“.

Questo titolo, volutamente sopra le righe, mi ha permesso di spiegare a tanti professionisti il mio pensiero e il senso di ciò che facciamo nella Federazione.

Tutto parte da un’analisi molto semplice sulla realtà che ci circonda.

Ogni giorno ti scontri con la scarsa attenzione dei lavoratori, col menefreghismo di una buona parte di Dirigenti e Datori di Lavoro e con una burocrazia sempre più opprimente.

In questo scenario già difficile si aggiunge la complessità di gestire clienti che pagano in ritardo, fornitori distratti, innumerevoli diplomifici e pseudo-consulenti che si limitano a fare DVR copia/incolla e a produrre scartoffie rubandoti i clienti o erogando falsa formazione.

Insomma che tu sia un consulente esterno o un dipendente in azienda la questione è molto semplice: fare Sicurezza è diventato ultra-complicato.

Oggi per fare la differenza, per garantire professionalità e per cambiare davvero la cultura della Sicurezza nelle aziende è necessario un cambio di passo.

La mia idea di fondo, che condivido da anni con centinaia di professionisti come te, è che aumentando le proprie competenze si possa diventare un vero punto di riferimento per le proprie organizzazioni.

In un mercato del lavoro così complesso, solo chi sarà in grado di distinguersi dalla massa e di offrire più di qualche pezzo di carta riuscirà a rendersi indispensabile e a portare risultati tangibili.

I nostri programmi di formazione nascono proprio con lo scopo di accompagnare tutti i professionisti della Sicurezza alla migliore evoluzione professionale.

Passare dall’essere bravi all’essere indispensabili. Passare dall’essere “Quello che fa Sicurezza” all’essere il punto di riferimento della nostra azienda.

Ma cosa serve per fare questo salto evolutivo? Cosa ci permette davvero di ottenere questa evoluzione personale?

La prima cosa necessaria per fare Sicurezza è la conoscenza tecnica. Se conosci le norme, le procedure di prevenzione, i DPI da adottare e così via sei già un gran passo avanti.

Ma questo non basta più!

Quello che aggiunge reale valore alla tua professione è la tua capacità di condividere la conoscenza a tutti i livelli aziendali. Solo acquisendo strategie per motivare e coinvolgere tutto il personale aziendale potrai davvero fare la differenza.

Solo se sarai in grado di ascoltare, di dialogare e di relazionarti efficacemente con gli altri potrai incidere e assumere il ruolo di Super Professionista del Safety.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.