coinvolgere la dirigenza

Parlare alla Dirigenza

“Matteo come convinco il mio D.L. a dare l’esempio?”

“Eh ma all’alta Dirigenza questi discorsi non interessano…”

“Nessuno ai piani alti mi aiuta a fare Sicurezza..”


Queste sono alcune delle osservazioni e delle lamentale che mi vengono sottoposte durante il Master in Safety Coaching, che hanno tutte un tema centrale:
La difficoltà a parlare di sicurezza con la Dirigenza Aziendale.

Effettivamente coinvolgere i “capi” e renderli pro-attivi nel diffondere la cultura della sicurezza in azienda non è assolutamente facile.

È un dato di fatto che in alcune aziende i dirigenti tendono a snobbare la sicurezza, relegando questo nobile compito al primo malcapitato di turno..

È proprio a causa di questo atteggiamento che spesso il tuo nobile ruolo non viene investito della giusta autorevolezza all’interno dell’azienda.

Anziché essere visto come punto di riferimento per le scelte operative infatti, diventi semplicemente quello che si occupa delle “scartoffie” e che sbriga le pratiche”.

Ma se il primo a non riconoscere la tua autorità è il “capo”, come possono farlo i lavoratori?
Come puoi coinvolgerli e influenzare i loro comportamenti se non vieni minimamente considerato all’interno dell’azienda a partire dall’alto?

È sicuramente una strada in salita… ma come sempre cercherò di fornirti gli strumenti più adatti per affrontarla.

Anzitutto ti do un primo rapido consiglio: Focalizzati sugli interessi anziché sulle posizioni.

Cosa significa?

Mi spiego meglio con un banale esempio.

Ci sono 2 lavoratori che litigano perché uno vorrebbe tenere la finestra aperta e l’altro chiusa. Non si arriva a una soluzione..

Ad un certo punto entra un inserviente e chiede al primo perché vuole la finestra aperta. Per avere un po’ d’aria fresca.

Dopodiché si rivolge all’altro e gli chiede perché la vuole chiusa.

L’altro risponde: Non voglio corrente d’aria”.

L’inserviente allora va nella stanza accanto e apre la finestra, immettendo aria fresca senza fare corrente d’aria.

Che cosa ha fatto l’inserviente?

Ha ascoltato entrambi i lavoratori, ma anziché focalizzarsi sulle loro posizioni in conflitto, si è concentrato nel soddisfare gli interessi comuni.

Uno degli errori tipici che si commettono è proprio questo: focalizzarsi sulle proprie posizioni per farle valere a tutti i costi.


Orientandosi invece sull’interesse comune, come visto nell’esempio, è sempre più profittevole.

“Ok Matteo ma nella pratica come traduco tutto ciò?”


Il punto è che, se vuoi ottenere qualsiasi cosa da qualcuno, devi negoziare.

Ora, da una parte ci sei tu che vorresti maggior coinvolgimento da parte della Dirigenza nella sfida della sicurezza.

Dall’altra invece abbiamo una persona che non ha tempo, voglia, e tante altre scuse..

Il trucco sta nel fermarsi un attimo e chiedersi: Qual è l’interesse comune su cui devo porre l’attenzione?

Questo è il primo punto da cui dovresti partire.

E poi? Tranquillo, non ti lascio in sospeso…

Essendo un argomento così importante e che merita più spazio di una semplice mail, ho scritto in proposito un piccolo report, con le 5 regole d’oro per ingaggiare e coinvolgere tutta la dirigenza.

>>> EBOOK COMUNICARE EFFICACEMENTE CON L’ALTA DIRIGENZA
Ti auguro una splendida giornata!
Matteo Fiocco – Trainer Safety Coach Federation

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.